AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

4.49

Giovedì

23/05/2019

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Notiziario/Aiello Calabro/Ospedaletto a pezzi

Aiello Calabro. L'Ospedaletto cade a pezzi. Ma un progetto ne prevede l'utilizzo come Residenza sanitaria assitenziale

ospedaletto_disastroAIELLO CALABRO - L'Ospedaletto di piazza S. Maria, come tutti possono osservare, non gode di buona salute. Negli ultimi giorni, deve aver avuto un peggioramento. Come testimoniano gli scatti di domenica 25 luglio 2010, in alcune parti cade a pezzi. Speriamo che non sia ragione di pericolo per la pubblica incolumità...

Come i navilettori ricorderanno, la struttura è oggetto di "valorizzazione" per la realizzazione di una struttura socio-sanitaria, una scelta della locale amministrazione approvata a maggioranza nel settembre del 2009.
Riportiamo la cronaca del nostro articolo relativo a quella seduta: "L’edificio che, secondo le intenzioni del governo locale, dovrebbe divenire, finanziato con fondi Por, sede di una struttura socio-sanitaria, è il vecchio Poliambulatorio “Umberto Caruso”, risalente alla fine degli anni ’60, e mai pienamente utilizzato. Dal 1998, l’immobile era passato ai sensi di una delibera regionale dalle disponibilità del comune a quelle della stessa Regione. E nel 2004, era stato chiuso al pubblico dall’Azienda sanitaria locale, per ragioni di pericolosità e di agibilità. A seguito della chiusura, l’amministrazione comunale si era decisa a scrivere ai responsabili della sanità calabrese, per chiedere gli interventi necessari a che ridivenisse fruibile; e contestualmente, per reclamare la restituzione delle spese sostenute (più di un miliardo del vecchio conio) per contrarre il mutuo con la Cassa DD.PP., e degli interessi di ammortamento, relative ad un intervento di ristrutturazione della metà degli anni ‘90. Ora, invece, con decreto del direttore generale dell’Asp cosentina datato 31 marzo 2009, l’ex ospedaletto ripassa al comune che ha scelto di destinare a struttura sanitaria, in luogo della ex scuola elementare di via Nuova individuata in precedenza. Un progetto, questo, ha detto nella sostanza il sindaco, per dare risposta ai bisogni reali di assistenza e di servizi per i cittadini, ed anche a favore della fame di lavoro e di occupazione che c’è nel territorio.

Ferma restando la bontà del progetto, c’è chi pensa però che probabilmente sarebbe stato più opportuno - considerata la storia sismica della cittadina calabrese, ed il fatto che le strutture sanitarie dovrebbero più di altre essere sicure - valutare meglio se riadattare l’immobile costruito a ridosso degli anni ’70, oppure demolirlo e realizzarne un altro ex novo".

Questo Blog è FAVOREVOLE alla demolizione. E voi, cari navilettori, cosa ne pensate? Perché, una volta tanto, non prendete posizione? Aspettiamo i vostri commenti. Anche anonimi, se volete.
B. P.
27/07/2010
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

9 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

9 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

@ "aiellese1951 06/08/2010 10.48" - speriamo di non goderci un'altra bella discarica abusiva


turista per caso

tenere l'ospedaletto in piedi è un investimento politico in termini di elettorato da parte di questi amministratori, che giocano con le difficoltà e i probblemi dellla gente. Ma la scuola elementare non era destinata anche a residenza assistita? Oggi dopo le elezioni è assegnata ad altro. Ma rimane in piedi la promessa-speranza dell'ospedaletto. Gente di sinistra che usa il lavoro solo per fini propagandistici tocca proprio il fondo


L'abbattimento di questa fatiscente struttura dovrebbe trovare tutti uniti ma ,invece, si sa che gli interessi politici sono diversi da quelli dei comuni cittadini.L'ospedaletto per che esercita da 30 anni una"sana politica" è fonte di reddito perciò sarà terreno di promesse.Magari hanno già garantito decine di posti di infermieri e altri lavoti.Credere alle favole non costa nulla,specie per molti Aiellesi,perciò provate nuovamente.Personalmente mi auguro che non venga assegnato dalla Regione neanche un centesimo sostenendo,invece,un possibile comitato per la demolizione.


aiellese1951

a che cosa ha servito l'ospedaletto ? a nulla. adesso voletete farne una struttura sanitaria che servira anch'essa a nulla. distruggete l'ospedaletto e fatte un bel terrazzo con dei banchi per verire li a godersi del panorama.


da demolire immediatamente questo MOSTRO...........al posto si fa una bella terrazza che s'affaccia sulla vallata di copano e della macchia.............é un sogno?????? bho speriamo di no!!!!!!!!!!!!!


quando si parla di politica meridionale in senso negativa si fa riferimento a questo tipo di cose. Opere inutilizzabili, soldi pubblicici spesi e poi bruciati. Vorrei aggiungere che l'ospedaletto nelle condizioni in cui è rappresenta un pericolo per i cittadini aiellesi, oltre a rispecchiare l'inerzia e l'inoperatività di questa amministrazione impegnata in altro. Il degrado di aiello non è soltanto l'ospedaletto, ma se ci guardiamo intorno possiamo toccare con mano lo stato di abbandono del nostro paese. Le ringhiere che costeggiano il marciappiede che porta al cimitero sono in uno stato da terzo mondo, completamente abbandonata, senza alcun tipo di manutenzione, il color ruggine che hanno assunto è l'emblema di come il nostro comune intenda sviluppare aiello.


la politica delle false promesse è una politica vincente ad aiello dato che è praticata da 30 anni con ottimi risultati. Il progetto di riqualificazione dell'ospedaletto è solo uno specchietto per le allodole. Non si farà nulla, ma purtroppo continuerà a restare questo obrobbio COME SIMBOLO DEL DEGRADO CULTURALE , SOCIALE E POLITICO nel quale versa aiello, e purtroppo, non voglio essere nefasto, dato gli ultimi risultati elettorali il nostro paese si trova in un punto di non ritorno anche perchè manca la reale volontà da parte della gente di CAMBIERE LO STATO ATTUALE DELLE COSE, ed il nostro futuro sarà segnato da questo tipo di politica, da questo tipo di degrado.


non accadrà nessuna delle due cose.. siate realisti...il progetto che prevede l'utilizzo come Residenza sanitaria assitenziale è soltanto l'ennesima presa in giro detta in campagna elettorale ma che non sarà mai attuata. Quindi non vi scervellate perchè l'ospedaletto c'è lo troveremo nelle stessa condizioni (anzi peggio) alla vigilia delle prossime elezioni e chissàmse sarà utilizzato nuovamente per illludere qualche altro cittadino. NON CAMBIA NIENTE..!!!


Danilo Ame.

Io sono per la demolizione, al suo posto una bellavista ad estendere Santa Maria e al piano seminterrato l'archio comunale o delle stanze da utilizzare per le associazioni. La vista sarebbe fantastica e si recuperebbe Santa Maria che allo stato attuale non fa un bel effetto.

1

Allegati

Thumbnail image for /public/upload/2010/7/634158467175715063_ospedaletto_disastro1.JPG
L'Ospedaletto di P.zza S. Maria
L'Ospedaletto di P.zza S. Maria
Thumbnail image for /public/upload/2010/7/634158471210636282_ospedaletto_disastro2.JPG
L'ospedaletto di P.zza S. Maria
L'ospedaletto di P.zza S. Maria
Thumbnail image for /public/upload/2010/7/634158472199874025_ospedaletto_disastro3.JPG
L'ospedaletto di P.zza S. Maria
L'ospedaletto di P.zza S. Maria
In questa sezione

Avis 5x1000


AielloCalabro.Net


Add to Google