AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

6.04

Sabato

16/02/2019

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Notiziario/Aiello Calabro/La delega promessa

Comune di Aiello Calabro. La delega promessa (Assessorato LL.PP.): Alleanza di Progresso chiede al Sindaco di mantenere la parola

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Lettera aperta
al sig. Sindaco del Comune
di Aiello Calabro

Oggetto: La delega promessa

Il MunicipioTra persone per bene (cioè galantuomini) la parola data era, una volta, un impegno serio. Quasi sacrosanto. Dovrebbe essere ancora oggi cosi ma, invece, pare che nel nostro piccolo ma, per certi aspetti, importante paese e riferendoci esclusivamente all'ambito politico e più precisamente a quello comunale, questo "impegno" sembra aver perso quell'importante significato.

Fatta questa breve e doverosa premessa, e per non spazientire chi ci legge, entriamo nel fatto specifico.
Ci riferiamo, sig. Sindaco, alla parola data in occasione dell'ultimo consiglio Comunale dello scorso mese di novembre 2009 a seguito di chiarimenti espressi dal nostro Gruppo di minoranza ADP (Sigg. Bruni,Bossio, Naccarato e non altri, tanto per precisare) in merito all'assegnazione dell'Assessorato "Lavori Pubblici-Centro Storico" detenuto, certamente in modo legale sia ben chiaro, ancora dalla Sua Carica. In quella ormai lontana occasione la domanda del Gruppo ADP, senza equivoci e molto diretta, è stata rivolta e ribadita in Consiglio Comunale ed in quello stesso luogo istituzionale le assicurazioni (sue) fornite furono, come al solito decise e pronte ma, COME AL SOLITO ... solo promesse!

Noi non possiamo certo obbligarla a "cedere" questo suo Potere ma, certamente, chi rappresenta l'opposizione, e con questa un grande numero di Cittadini, ha tutto il diritto di poterlo chiedere come d'altronde è stato fatto.
Il senso di questo nostro intervento, invece, assicuriamo, è dovuto a due semplici motivi e cio:

1°- perché analoga richiesta è stata già fatta pubblicamente (cfr. volantino) al quale,come la S.V. tiene a precisare non concede "la dovuta importanza" perché li ritiene solo carta mentre la "politica" si discute in Consiglio Comunale etc. etc. Questo, in sintesi, il senso delle Sue risposte (salvo errori interpretativi ormai noti "ai Grandi della politica");

2° - Il continuo chiacchierio dei Cittadini di Aiello in quella "pubblica piazza" che sono le strade e i muri del nostro paese dove si è sempre fatta, e questo non può NON ricordarlo, la Politica che poi conta.
Ecco, dunque, i motivi che ci hanno spinto a scrivere queste poche righe ma, a parte questi dettagli, la cosa più importante è: MA LA PAROLA DATA VALE ANCORA O NO?
Vogliamo solo ricordare (ma sicuramente in paese nessuno lo ha dimenticato) che in occasione dell'insediamento al Comune, tra qualche stupore e qualche sorpresa dell'ultimo minuto, non si è avuto alcun dubbio o tentennamento nell'assegnare altri Mandati e Deleghe mentre, per questo "importante assessorato" ci sono ancora tante resistenze e difficoltà.

Ci auguriamo di essere al più presto smentiti al fine di evitare i soliti pettegolezzi e le malignità di piazza (forse non si fida di ..., forse non lo ritiene capace...) chiedendo alla S.V. di nominare in quell'Istituto la persona tecnicamente più idonea (almeno al momento).
In attesa, dunque, di un suo pronto riscontro (ovviamente in Consiglio Comunale) e nella speranza di aver offerto, ancora una volta, il nostro contributo al servizio dei Cittadini e nella più ampia collaborazione come si conviene ad un serio Gruppo di opposizione, salutiamo inviando i nostri più deferenti ossequi.

Direttivo Alleanza di Progresso

 

07/03/2010
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

4 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

4 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

la logica delle promesse.... ancora promettiamo..Purtroppo l'unica alternativas all'avanzata di scopelliti è callipo perchè non si può pensare di contrastare la destra con chi fa una politica peggiore impregnata di trasversalismi e di equilibri politici.. Basta con la vecchia politica CAMBIAMO REALMENTE CON CALLIPO PRESIDENTE., per una regione veramente di sinistra.


Abbiamo un assessore alla cultura ed uno alla pubblica istruzione in un paese di nemmeno due mila abitanti dove c'è un grado culturale molto basso poichè i cervelli se ne vanno e chi rimane e disincentivanto alla cultura. Un periodo diciamo favorevole negli ultimi 30 anni dal punto di vista culturale aiello l'ha vissuto solo quando bruno pino era assessore alla cultura. OLtre a dare questi due assdessorati fotocopia o fac simili è stata data un altra delega al territorio mi sembra (se sbaglio mi correggerete9) EBBENE QUESTO ASSESSORE CHE detiene questa delega non ha detto una parola sul dissesto idrogeologico che interessa il nostro paese. Non sento soluzioni, non vedo prospettive se no quelle di aspettare che cada l'ennesima frana per poi toglierla. Ebbene avrei preferito sentire l'assessore al territorio su quello che sta accadendo compresa vicenda jolly rosso. Invece nemmeno una parola e qui mi rifaccio all'amico ulisse che anche le deleghe ASSEGNATE DI FATTO SONO DETENUTE DAL SINDACO, nesseno voce al di fuori della sua.


beh sarebbe un primo passo per un paese un pò più democratico dove il potere viene ripartito e non accentrato. Poi bisogna anche assumersi le responsabilità che una delega comporta. In questo caso cìè un'imperfezione nell'artilo in quanto non è una solo delega ma sono più deleghe che detiene il nostro sindaco ad esempio delega al personale, al bilancio , lavori pubblici ecc. Mentre le delegne più inutili e prive di potere sono state assegnate ai tre assessori.


L'articolo in se stesso non è male perchè serve a tenere informati i Cittadini(almeno quelli che vogliono tenersi informati)ma poi uno pensa: "E dopo che cede la delega ? Cosa cambia.Tanto si sa che "la voce del padrone " è solo UNA.!

1
In questa sezione

Avis 5x1000


AielloCalabro.Net


Add to Google