AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

19.48

Martedì

12/11/2019

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Notiziario/Aiello Calabro/Movimento Arancione nastri partenza

Calabria. Il Movimento Arancione ai nastri di partenza, la rivoluzione parte anche da Aiello Calabro

Riceviamo e publichiamo:

movimento arancioneCOMUNICATO STAMPA sulla riunione di ieri 07/01/2012 Domenica 6 gennaio a Rende, si è tenuta un incontro operativo del Movimento Arancione Calabria, aperto ai partiti ed ai movimenti che si riconoscono nel progetto Politico guidato da Antonio Ingroia. I partecipanti giunti da tutta la Regione e prevalentemente dalla provincia Bruzia (Cosenza, Rende, Cittadella del Capo, Cetraro, Paola, Amantea, Cleto, Grimaldi, Castrolibero, Corigliano Calabro, Lamezia, Pianopoli, Rovito, Cerisano, Marano Marchesato, Aiello Calabro, ecc.) rappresentavano quasi tutte le anime, quelle politiche così come quelle espressione della società civile, che hanno dato vita alla lista "Rivoluzione Civile."

Abbiamo registrato con soddisfazione un’ampia e sentita partecipazione di tanti cittadini e cittadine al progetto politico, sul quale abbiamo discusso insieme, soffermandoci, in particolare sull’approfondimento dei temi politici che caratterizzeranno al nostra campagna elettorale, sulla linea politica nazionale della lista, sul rapporto fra soggetti partitici ed associativi, sull’individuazione dei criteri per le candidature. Sul primo punto è emersa una linea politica comune ispirata ai valori della Sinistra, in cui le parole d’ordine saranno: impegno antimafia, difesa dei diritti dei cittadini, centralità del diritto al lavoro, recupero la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale, tutela dei beni comuni, giustizia sociale, pari opportunità e redistribuzione progressiva del reddito fra classi sociali e generazioni, nel senso più alto dettato dalla nostra Costituzione. Rivoluzione Civile, pertanto, si pone, nell’attuale panorama politico, come l’unica forza alternativa che unisca “rinnovamento e proposta politica”, antitetica alla destra Berlusconiana come a quella Montiana e distante dal PD, che sotto le mentite spoglie di un partito progressista, ha appoggiato le peggiori politiche di Monti (in tema di lavoro, tasse e pensioni, ad esempio) e di perpetrazione di classi dirigenti inadeguate e asservite ad altri interessi, piuttosto che al bene pubblico. Rivoluzione Civile darà invece risposte e rappresentanza politica ai problemi drammatici che affliggono i ceti più deboli del Paese. L'agenda Politica sarà l'attuazione piena della Costituzione Italiana.

Sui rapporti fra soggetti partitici ed associativi è stata ribadita la linea delle pari dignità fra politica e società civile, nel senso che il reciproco riconoscimento di obiettivi comuni impone la valorizzazione sostanziale delle esperienze e del legame con il territorio. Un nuovo rapporto di rispetto e partecipazione in cui i partiti non si porranno come monopolisti dell’agire politico e i movimenti non scadranno nell’antipolitica qualunquista.

Tutti gli attori di Rivoluzione Civile, ciascuno con modalità proprie, fanno politica, per cui la distinzione non sarà posta fra partiti e società civile, ma fra buona politica e cattiva politica. Dopo il disastroso esito delle primarie PD-SeL in Calabria, ed i nomi di chi indegnamente sotto quelle insegne rappresenteranno i calabresi in Parlamento, è giunto il momento di alzare la schiena e riunire le migliori energie della nostra Regione, i giovani, le donne, tutti coloro che non accettano l’ennesima svendita del nostro futuro e del futuro delle giovani generazioni in un progetto politico che, come il nostro, si definisce rivoluzionario e democratico. Noi metteremo in pratica la parola rinnovamento a partire dalla scelta dei candidati per le prossime Politiche. Per questo abbiamo chiesto ai partiti un importante gesto di generosità politica, ovvero di rinunciare, come sta avvenendo a livello nazionale, a postazioni di vertice nelle liste calabresi di “Rivoluzione Civile” per Camera e Senato.

Si è giunti infine alla determinazione di fissare nel più breve tempo possibile una riunione regionale dove far emergere tutte le proposte di candidatura di personalità e cittadini da sottoporre all'attenzione della commissione nazionale che comporrà le liste, presieduta da Antonio Ingroia.

COORDINAMENTO REGIONALE MOVIMENTO ARANCIONE CALABRIA

07/01/2013
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

0 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

0 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

Allegati

Thumbnail image for /public/upload/2013/1/634931932710591872_movimento arancione.png
Logo Movimento Arancione
Logo Movimento Arancione
In questa sezione

Avis 5x1000


AielloCalabro.Net


Add to Google