AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

20.12

Venerdì

10/07/2020

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Notiziario/Archivio/Archivio Notizie da Aiello/Anno 2008/San Geniale maggio 2008

San Geniale 2008

Celebrato il Protettore

Una sottoscrizione per il restauro della base processionale?

l'uscita di san Geniale per la processione.jpg
AIELLO CALABRO – La Comunità Aiellese ha celebrato domenica scorsa la giornata di devozione dedicata a San Geniale Martire, Protettore principale della cittadina.
Quello di quest’anno, anche se nessuno lo ha ricordato, era un anniversario tondo. A parte i 340 anni del Culto che si perpetua da domenica 6 maggio 1668, ricorrevano pure due secoli esatti della permanenza della Statua e delle Reliquie all’interno della Chiesa Matrice. Come ci ricorda Scipione Solimena, sino agli inizi di maggio 1808 San Geniale aveva sede nella Cappella gentilizia dei Cybo fuori le mura. Poi, “mentre nella prima domenica di maggio si portava il Santo in processione ritornata questa davanti la Chiesa Madre, dalla bocca del popolo che la seguiva, s’incominciò a gridare: «Vogliamo che il nostro Santo resti in questa Chiesa!». E così, il desiderio del popolo venne subito esaudito, con il collocamento della Statua dapprima nella Cappella a destra della Chiesa Matrice, e poi dal 1883, nella nuova Cappella dedicata al Martire.
Di questa volontà popolare, oggi, a duecento anni di distanza, è rimasto ben poco. Salvo che in qualche occasione - come per l’importante celebrazione del 2004, anno della ricognizione canonica delle Reliquie e del restauro conservativo della statua lignea settecentesca; e poi per quella del 2005, quando di celebrò San Geniale nel ricordo del terribile sisma del settembre 1905 - la festa sembra sempre di più cadere nell’oblio e nell’indifferenza. Nella mattinata di domenica si sono registrate solo i riti religiosi alla presenza delle locali Autorità civili e militari, e lo svolgimento della processione per le vie del paese accompagnata dalla banda musicale con la Statua contenente le sacre Reliquie, arricchita da Palma e Corona d’argento, e dalle preziose chiavi urbiche anch’esse d’argento forgiate dall’orafo aiellese Pasquale Bruni. Non abbiamo visto, però, eccetto che in un caso, i numerosi damaschi e le pregiate coperte di seta da finestre e balconi che in passato salutavano il passaggio del Santo; non un tradizionale pallone aerostatico, non un fuoco pirotecnico, e nemmeno il tipico torneo pomeridiano “du casu”. Abbiamo visto solo una Statua su una base processionale ottocentesca malconcia e precaria che andrebbe subito subito restaurata. Perché non lanciare una bella sottoscrizione pubblica? Perché non ritornare a ridare importanza – con un piccolo quanto significativo gesto - alle cose che più contano per la verace identità culturale della cittadina?
Bruno Pino
06/05/2008
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

10 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

10 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

figurati io non so nemmeno quel'è l'assessore che lho ha sostituito. nel completo anonimato. Ma chi è ???


Sono daccordo con Bruno quando ricorda le nostre tradizioni popolari.Purtroppo l'assessore che ha sostituito Bruno si è rivelata una nullità


MARIO GIORDANO

VI SEGNALO SUL GIORNALE DI MILANO UN ARTICOLO SU SAN GENIALE. ECCO L'NDIRIZZO http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=259822


anche io sono d'accordo. Nessuno tiene alle nostre tradizioni pensano solo a ciotiare. Penso che bruno ha molto da insegnare specie a quei 1 e 2 che disprezzano tutto del nostro paese. Un ruolo rilevante nel comune lo dovresti assumere proprio tu. M a fino a quando ci sono questi soggetti come naspter, uno come bruno rimarrà fuori dal comune ed uno come franco vircillo (tutto il rispetto x lui ma non c'è lo vedo come amministratore) dentro., e poi vediamo che la cultura nostrana è allo sfascio.


speriamo che un giorno san geniale ritorni all'antico splendore. Le notte bianche semplicemente una nullità di chi non apprezza e rispetta il costume del luogo dove abita e utillzza il futile e l'inutile come alienazione del reale. Bruno continua così a rendere vive le nostre tradizioni e complimenti per l'intensità ed il carisma con cui ti sei occupato di questa tradizione. Una petizione....? per il bene di aiello perchè no, organizza un pò tu, dato che quelli che si danno realmente da fare sono come le mosche bianche in via di estinzione.


forza bruno

bruno parla di valorizzare san geniale, che si sta sempre più persento come tradizione e quello risponde notti bianche. Vedi a quale condizioni siamo. Con gente el genere si può fare poco per aiello, basta il contentino di una festa ed è contento, invece di pensare al recupero della nostra cultura come trampolino di lancio per far risorgere il nostro paese. Meno male che ci sei tu e ci ricordi queste cose se era per Nasca facevamo la fine dell'africa. ciao ciao


poveri noi

mi complimento, usiamo anche san geniale per fare politica bravo bravo....


come al solito si pensa solo alle cose futili!non credo sia necessario accostare sagre a qualcosa di più importante come la spiritualità che ad aiello sembra proprio non interessare a nessuno!se non c'è da mangiare....


gande bruno, più bruno e meno napster che portano solo ciotie al nostro paese. notte bianca ahhahahahaha. Ma perchè non ti presenti magari fai qualcosa di buono??? invece di stare 24 ore su 24 sul computer. Ma hai un lavoro??? una vita sociale??? o ti hanno fatto per stare davanti il computer a vedere quaello che fa bruno e la minoranza (prendi esempio). 6 un grande se ti dovessi presentare il mio voto è tuo, mi convinci sempre di più. Bravo bruno (che differenza tra i 2!!!) continua così e complimenti.


bravo bruno sono daccordo sulla tua proposta

1
In questa sezione

Avis 5x1000


AielloCalabro.Net


Add to Google