AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

18.50

Domenica

22/09/2019

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 

Aiello Calabro, AdP interroga il sindaco sulla vicenda della Collina radioattiva, i Giovani UDC ne chiedono le dimissioni

La motonave jolly rosso sulla spiaggia di Amantea (Formiciche)

AIELLO CALABRO - Il movimento politico di opposizione, Alleanza di Progresso per Aiello interroga in Sindaco della cittadina chiedendo chiarimento in merito alla vicenda dei rifiuti radiottivi sepolti, secondo diverse fonti, nel territorio del medesimo comune. L'opposizione chiede di sapere la verità sulla presenza o meno di agenti pericolosi per la saluta dei cittadini, quindi di essere informata se il municipio ha preso iniziative atte ad accertare la veridicità e il grado di pericolo al quale è sottoposto chi risiede nel comune. Inoltre, chiede di sapere se effettivamente il numero di malati di tumore nel comune di Aiello Calabro è fuori dalla media e di quali informazioni si dispone riguardo alla vicenda.

Lo stesso movimento politico aveva diffuso, qualche giorno fa, un comunicato che potete trovare tra i link correlati.

Sullo stesso argomento interviene anche il movimento giovanile dell'UDC, il quale chiede che si intervenga al più presto, ma prima di tutto accusa l'attuale Sindaco - "Iacucci, emblema di una continuità amministrativa che si trascina dal lontano 1985" - di non aver fatto abbastanza per l'ambiente - "una politica ambientale sbagliata". Concludono i giovani dell'UDC chiedendo addirittura le dimissioni del Sindaco.

 

Danilo Amendola

 

Di seguito vi riproponiamo il testo completo dell'interrogazione di AdP e il comunicato stampa dei Giovani UDC di Aiello:

***

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA


AL SINDACO DI AIELLO CALABRO

OGGETTO: interrogazione a risposta scritta caso Jolly Rosso

Com'è noto in questi giorni alcune importanti testate giornalistiche e la Televisione Nazionale hanno dato notizia che il caso Jolly Rosso, la motonave arenata sul litorale tirrenico in località Coreca, prima archiviato è tornato ad essere attuale. Secondo quanto riportato dalla stampa un'area del Comune di Aiello Calabro è interessata da materiale radioattivo e potrebbe essere uno dei possibili luoghi dove secondo la Procura di Paola potrebbero essere stati sepolti i rifiuti trasportati dalla nave.

Tutto ciò premesso si vuole conoscere:

1. se il Comune di Aiello Calabro è realmente interessato da materiale di natura radioattiva;
2. se esiste un pericolo per la popolazione residente considerato che la stampa ha definito la zona interessata "la collina dei tumori";
3. di quali informazioni il Comune è in possesso in merito a questa vicenda;
4. se è vero che, come dichiarato dalla stampa, che il nostro Comune è stato interessato da un incremento nell'indice dei tumori legati alla presenza di isotopi radioattivi;
5. se il Comune si è prodigato per fare luce sull'argomento e tutelare, per quanto possibile, i cittadini.

Gruppo Consiliare AdP

 

***

COMUNICATO STAMPA GIOVANI UDC

AIELLO CALABRO - una politica ambientale sbagliata quella attuata dalle amministrazioni locali che si sono succedute negli ultimi venti anni, rappresentate dal centro sinistra. Il nostro territorio continua ad essere al centro della cronaca regionale e in questi ultimi giorni anche nazionale. Ricordiamo la discarica di pneumatici usurati lungo la via che conduce a Bosco Faeto, bonificata grazie alle nostre denunce e sollecitazioni.
Oggi il nostro territorio balza alla cronaca nazionale per vicende che destano allarme e serie preoccupazioni per la salute pubblica delle nostre comunità. Grazie al lavoro svolto dalla magistratura e dalle autorità sanitarie provinciali , alle quali va ilo nostro sostegno pieno e incondizionato, si è avuta notizia che nell'entroterra tra i Comuni di Aiello e SERRA Aiello vi sono depositati possibili rifiuti radioattivi che avrebbero determinato incrementi di malattie tumorali e anche decessi. Le inquietudini che esistono tra la comunità aiellese sono giustificate e comprensibili di fronte ai preoccupanti dati forniti dalla stampa in generale.
E' evidente che gli amministratori locali del nostro paese hanno condotto una politica non idonea a tutelare il territorio e l'ambiente . IN QUANTO "sentinelle del territorio" avrebbero dovuto svolgere un'azione di controllo e di denuncia che alla luce dei fatti non sembra aver sortito effetto. Ancora più emblematica risulta la dichiarazione del Sindaco Iacucci nel momento in cui afferma di aver appreso la notizia solo dal telegiornale.
Il Sindaco Iacucci, emblema di una continuità amministrativa che si trascina dal lontano 1985, ammetta il suo fallimento in materia ambientale, si determini di conseguenza e rassegni le dimissioni da primo cittadino .

Andrea Bruni
Commissario giovani UDC Aiello Calabro

 

***

 

 

 

Danilo Amendola
08/09/2009
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

0 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

0 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

In questa sezione

Avis 5x1000


AielloCalabro.Net


Add to Google