AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

14.12

Lunedì

16/09/2019

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Rubriche/Documenti/2009/AMAMIR AL TG LEONARDO

IL SISTEMA DI MONITORAGGIO AMAMIR AL TG LEONARDO

Protezione civile e sicurezza - Cosenza, 03/02/2009

IL SISTEMA DI MONITORAGGIO AMAMIR AL TG LEONARDO.

Lo spazio informativo di approfondimento si è occupato della rete contro il rischio idrogeologico.

Anche Leonardo, il TG tematico di RAI 3 dedicato agli approfondimenti sulla tecnologia e sulla scienza, si è occupato del sistema di monitoraggio AMAMIR, esteso su 14 Comuni della Media Valle del Crati che sorgono su un’area ad elevato grado di dissesto idrogeologico grazie ad un Protocollo d’intesa stretto tra Provincia e Comuni stessi ( Cervicati, Cerzeto, Lattarico, Mongrassano, Montalto Uffugo, Rende, Roggiano Gravina, Rota Greca, San Benedetto Ullano, San Fili, San Marco Argentano, San Martino di Finita, San Vincenzo La Costa e Torano Castello).
Il progetto di ricerca del CNR, Azioni di Monitoraggio Avanzato per la Mitigazione del Rischio Idrogeologico (da cui l’acronimo AMAMIR), gestito dalla sezione di Rende, con il coordinamento scientifico del prof. Carlo Tansi, è stato infatti ampiamente ripreso ed illustrato in un servizio andato in onda questo pomeriggio, nella consueta fascia pomeridiana che segue il TG 3 nazionale.
Da San Martino di Finita, il primo paese nel quale l’esperienza è stata avviata, l’inviato Maurizio Menicucci in “La Calabria che frana”, ha riferito quanto sta accadendo nel cosentino dopo giorni e giorni di emergenza creata dal maltempo, sottolineando la possibilità data da AMAMIR di cogliere in tempo reale segnali di pericolo per infrastrutture, abitazioni e dunque cittadini, grazie al sofisticato sistema che raccoglie una serie di dati quali gli spostamenti e deformazioni millesimali degli edifici, la loro rotazione, inviandoli ad un centro elaborazione dati che a sua volta li immette sul sito Internet www.amamir.cnr.it.
Al Tg Leonardo Carlo Tansi e Salvatore Gabriele del CNR IRPI di Rende hanno spiegato come si possa così tenere sotto controllo costante quanto accade in centri abitati interessati da elevati dissesti idrogeologici.
“ Quella che ormai è ampiamente accolta come la lezione di Cavallerizzo- ricorda il Presidente Oliverio- insegna che la scienza e la tecnologia devono essere adoperate per la sicurezza dei cittadini. Il sistema AMAMIR accoglie questo dato ed è per questo che la Provincia ha avviato un’azione che riteniamo quanto mai essenziale anche alla luce di ciò che si sta verificando sul nostro territorio dopo settimane di piogge incessanti causa di danni ingenti e disagi marcati per la popolazione, che vogliamo non si ripetano più con connotati di vera tragedia.” 
Sempre in Leonardo, domani, alle 14,45 su RAI 3, un nuovo servizio sulla situazione di rischio della fascia pedemontana della catena costiera tirrenica che sarà interamente controllata dal sistema AMAMIR.

fonte: sito Provincia di Cosenza
03/02/2009
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

0 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

0 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

In questa sezione

Avis 5x1000


AielloCalabro.Net


Add to Google