AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

2.36

Mercoledì

16/10/2019

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Notiziario/Politica/Querelle Giovani Udc- Provincia CS

Continua la querelle tra i Giovani Udc Calabria e la Provincia di Cosenza

Non si placa la polemica tra i Giovani Udc calabresi e la Provincia di Cosenza, che prosegue in un continuo botta e risposta a mezzo stampa. Di seguito pubblichiamo le note stampa pervenuteci in redazione.


Giovani UDC: Da Oliverio le solite frasi, nessuna risposta"

I toni e gli argomenti usati per elaborare la replica, da parte dell’ufficio stampa del presidente della Provincia di Cosenza, alle nostre critiche e rimostranze, la dicono lunga sull’incapacità e sul qualunquismo che, sovrani, regnano all’interno del palazzo della Provincia, oltre al triste ed avvilente dato che le tecniche comunicative adottate, davvero di basso profilo e per nulla furbesche come vorrebbero che fossero, ci fanno ancor di più comprendere la mancanza di argomentazioni e di giustificazioni alla cattiva gestione di cui l’ente provinciale si sta rendendo ahinoi protagonista”.

Non si fa attendere la risposta del dirigente regionale dei Giovani Udc, Giovanni Folino, e del coordinatore provinciale del movimento giovanile del partito di Casini, Andrea Bruni, al comunicato stampa redatto dall’ufficio stampa della giunta provinciale di Cosenza. 
“Potremmo anche far passare la scusa dei tagli statali e della crisi economica, ma non possiamo permettere che un presidente di una Provincia, o chi per lui, possa deviare l’attenzione da ragionamenti e temi precisi, da noi toccati, ed addirittura, in modo ingenuo, tentare di metterci in imbarazzo con risposte davvero ridicole e che nulla hanno a che vedere con le nostre contestazioni. 
Abbiamo parlato di mancanza di manutenzione delle strade provinciali (eccetto, guarda caso, in cui centri dove risiedono i consiglieri provinciali che appoggiano la giunta Oliverio), abbiamo focalizzato la nostra attenzione su una evidente assenza di programmazione per le politiche ambientali, giovanili, per le attività produttive e molto altro ancora. 
Insomma, la replica della Provincia di tutto parla, eccetto che delle questioni da noi sollevate. Addirittura – proseguono Folino e Bruni - se ne escono fuori con il fatto che l’assessore regionale all’agricoltura, Michele Trematerra, si è complimentato per l’organizzazione di una manifestazione come “Transumanze” (che, tra l’altro, non abbiamo menzionato nella nostra prima nota). 
Beh, lo ribadiamo anche noi a scanso di equivoci: alla giunta Oliverio gli si può contestare di tutto, davvero di tutto, eccetto che la professionalità e l’impeccabilità nell’allestimento di manifestazioni, di spettacolo e di festicciole da paese. Chiaro il concetto? 
Detto questo: potremmo ora sapere, sempre se lecito, come intende muoversi l’ente per le problematiche da noi segnalate? Ed ancora: prendendo spunto da quanto dichiarato dall’ufficio stampa del presidente Oliverio, ci chiediamo se non fosse il caso, tenendo conto della crisi e dei tagli agli enti locali in corso, di rivedere le somme messe a disposizione, nel bilancio, per quel che concerne il finanziamento, la sponsorizzazione ed il patrocinio di feste e manifestazioni, allo scopo di rimpinguare voci quali: sostegno alle nuove generazioni, sostegno alle attività imprenditoriali, politiche di sviluppo, ambiente e via discorrendo.
In un periodo di forte crisi, infatti, è normale e naturale, nonché auspicabile, avere delle priorità su cui puntare e per noi, queste priorità, sono i giovani, il loro futuro, le imprese e l’ambiente.
E sicuramente, dal presidente Oliverio e dai suoi compagni, ci aspettiamo risposte concrete a quesiti seri e non le solite note fatte di slogan e quelle si, di demagogia, che hanno sinceramente seccato un po’ tutti. Serietà, competenza, concretezza: il politichese, ogni tanto, mettiamolo da parte. I cittadini voglio riscontri tangibili, che la Provincia, oggi, non sta garantendo” – è quanto si legge a conclusione della nota dei Giovani dell’Udc.

........

Ufficio stampa Provincia di Cosenza replica ai Giovani UDC

Sinceramente non abbiamo compreso quali motivazioni recondite abbiano potuto indurre i giovani dirigenti dell’Udc, Folino e Bruno, a criticare l’operato del Presidente Oliverio e della sua Giunta proprio nel momento in cui l’azione del Governo Provinciale, nonostante i tagli ed i balzelli imposti dal Governo Nazionale attraverso una manovra economica aspramente criticata anche dallo stesso partito dell’on. Casini, sta producendo il suo massimo sforzo per continuare ad essere, in Calabria e sull’intero territorio provinciale, un sicuro punto di riferimento e di ascolto per le popolazioni ed i territori continuamente vessati, mortificati e dimenticati dai governi di centrodestra regionale e nazionale”.
 
E’ quanto afferma, in una nota, l’Ufficio Stampa della Provincia di Cosenza rispondendo alle critiche “assai risibili, in verità”, di Giovanni Folino, dirigente regionale dei Giovani Udc e Andrea Bruno, coordinatore provinciale di Cosenza del movimento.
“Evidentemente -prosegue la nota- i due esponenti dell’Udc non sopportano il fatto che la Giunta Provinciale sia considerata, ad ogni livello, un’alternativa credibile di buon governo agli annunci roboanti e parolai di chi, in questi anni e in questi mesi, non solo non è riuscito a rappresentare un’alternativa operosa ai governi che li ha preceduti, ma continua a produrre danni che peseranno a lungo sul futuro della Calabria e dei calabresi. Non è un caso che ogni giorno il Presidente Oliverio debba incontrare, producendo uno sforzo non indifferente, sindaci, amministratori, lavoratori e cittadini preoccupati per il loro futuro e per quello delle loro comunità”.
“Siamo certi -conclude la nota dell’Ufficio Stampa della Provincia di Cosenza- che Folino e Bruno, con le loro accuse generiche e demagogiche, abbiano risposto solo a spinte e logiche interne di partito che a noi sono incomprensibili. Non possiamo davvero pensare che manifestazioni come “Transumanze”, unanimemente apprezzate e ammirate anche dall’assessore regionale all’Agricoltura, on. Michele Trematerra nel corso di un convegno svoltosi questa mattina a Camigliatello Silano, possano essere catalogate da dirigenti politici attrezzati e intelligenti come quelli dell’Udc come una pura e semplice…sagra di paese”.

........

Giovani Udc: "La Provincia di Cosenza ridotto ad ente per l'allestimento di sagre e di spettacoli"...

“La Provincia di Cosenza, forse troppo impegnata ad organizzare e sprecare tempo e risorse economiche per sagre paesane e feste che finiscono a tarallucci e vino, è ormai divenuta latitante ed assente rispetto ad una serie di problematiche, anche di propria competenza, che continuano ad attanagliare il territorio provinciale e che pesano come un macigno sui cittadini”.

 
Dura nota dei Giovani Udc Calabria, che per bocca del dirigente regionale Giovanni Folino e del coordinatore provinciale di Cosenza, Andrea Bruni, lanciano pesanti strali all’indirizzo della Provincia di Cosenza.
“La seconda legislatura targata Mario Oliverio prosegue tra l’indifferenza totale ed una pessima gestione della cosa pubblica che, ormai, è evidente e palese. Una Provincia come la nostra non può essere governata da una cerchia ristretta di amici e da personaggi politici che, invece di prodigarsi per la risoluzione di problemi seri, sprecano il proprio tempo e le risorse economiche a loro disposizione solo per organizzare spettacoli, sagre paesane e finanziare questa o quella associazione amica. Senza tener conto delle rotazioni in seno alla giunta e di altri teatrini che nulla hanno a che vedere con un ente che si auto-definisce virtuoso.
Un pessimo modo di amministrare che è divenuto consuetudine e prassi consolidata e che getta nello sconforto intere aree del cosentino, dove ogni giorno si registrano disagi di non poco conto, anche e soprattutto sotto l’aspetto della viabilità. Molte delle arterie stradali di competenza provinciale, di fatto, risultano abbandonate e senza un’adeguata azione di manutenzione.
Strade comunque trafficate di cui la Provincia, probabilmente, ignora l’esistenza, al contrario di ciò che accade nelle vicinanze di quei centri – prosegue la nota dei Giovani dello Scudocrociato - che hanno la fortuna di avere un proprio rappresentante in seno alla maggioranza consiliare che appoggia l’amministrazione Oliverio: un doppiopesismo della peggiore Prima Repubblica, insomma.
E se all’inadeguatezza e superficialità di come viene gestito il settore della viabilità aggiungessimo le carenze per quel che concerne l’ambiente, le attività produttive, i trasporti, le politiche sociali e la cultura, non basterebbero intere pagine per spogliare l’inconsistenza di un’azione politica che bada solo agli slogan ed all’apparenza e per nulla alla concretezza. Una giunta ed un presidente che amano apparire in manifestazioni e grandi eventi e che si nascondono allorquando si tratta di affrontare problematiche sicuramente ben più consistenti. La Provincia di Cosenza, forse, merita di più. E’ arrivato il momento di iniziare a pensare alla creazione di una valevole alternativa di Governo – concludono Folino e Bruni - in quanto il modello Oliverio (semmai di modello si possa parlare) si è rivelato quello che è sempre stato: un grande bluff”


06/09/2011
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

1 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

1 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

Ernesto C.

Non c'è da meravigliarsi assolutamente di nulla per come la Provincia "gestisce" il suo potere politico.Ognuno si adopera per ciò che sà fare meglio o meno peggio.Se sono bravi a fare sagre e fuochi d'artificio e,ogni tanto,qualche viaggio in America e Canadà vuol dire che si sono preparati su quello.Per le strade,poi,qualche giorno prima delle elezioni si provvederà a rattopparle.Intanto "scialamune" chi i fissa vuano chissu.!!!

1
In questa sezione

Avis 5x1000


AielloCalabro.Net


Add to Google