AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

17.29

Giovedì

22/08/2019

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Rubriche/Divagazioni/Le ragioni del SI

Referendum: le ragioni del SI

Sono 10 milioni gli italiani affetti da malattie oggi incurabili (alzheimer, parkinson, sclerosi, diabete, patologie cardiovascolari, malattie neurodegenerative, etc.) che potrebbero essere curati se la ricerca sulle cellule staminali avrà successo.

Le coppie italiane con problemi di sterilità sono una su 5. Grazie alla fecondazione assistita in Italia sono nati più di 50 mila bambini. Una buona parte di questi bambini non sarebbero mai venuti al mondo con la legge approvata l'anno scorso dal Parlamento.

La legge 40 equipara i diritti dell'embrione a quelli della madre. Pone così le basi per mettere in discussione la legge sull'aborto.

L'astiensione un misero trucco. Fa ridere chi dice di condurre una campagna a difesa della vita e dei diritti umani e per vincere propone di sommare i propri voti a quelli degli indifferenti e dei disinteressati.

Dicono che sulla vita non si vota. Eppure i parlamentari hanno votato sulla vita, approvando la legge 40. I cittadini non hanno diritto di pronunciarsi su questioni che vivono sulla propria pelle?

Dicono che l'embrione è una persona. Ma entro i primi 14 giorni può dividersi e dare vita a due gemelli. Come fa a essere una persona se può diventarne due?

Dicono che la fecondazione assistita uccide embrioni innocenti. Ma in natura nell'80% dei casi l'embrione non riesce a sopravvivere, e viene espulso con il primo ciclo mestruale. Considerare l'embrione una persona significherebbe ritenere che la fecondazione naturale, assai più della fecondazione artificiale, provochi una continua strage di innocenti.

Dicono che l'embrione è una persona in potenza. Eppure, in alcuni casi, l'embrione può trasformarsi e dar vita a un tumore. Inoltre, anche i tanti bambini che potrebbero nascere con la fecondazione assistita sono persone in potenza, che se questa legge non sarà cancellata dal referendum non verranno mai alla luce.

Dicono che la ricerca può essere condotta sulle cellule staminali adulte. Eppure la maggioranza della comunità scientifica sostiene il contrario. Inoltre, la ricerca potrebbe essere condotta sulle migliaia di embrioni soprannumerari già esistenti, congelati e altrimenti destinati alla distruzione.

Dicono che e' improprio usare i referendum su queste questioni. Eppure, senza i referendum in Italia sarebbero rimasti proibiti molto più a lungo il divorzio e l'aborto. La realtà è che temono i referendum perchè temono il voto degli italiani. Per questo preferiscono ricorrere all'astensione invece che fare campagna per il "no".

Dicono che così si arriva all'eugenetica. Ma se i referendum vincessero continuerebbe ad essere vietata la selezione degli embrioni in base al colore degli occhi o dei capelli. In compenso centinaia di migliaia di coppie portatrici di terribili malattie genetiche avranno la possibilità di far nascere bambini sani senza essere costretta all'aborto o a rinunciare ad avere dei figli.

Dicono che la fecondazione eterologa è immorale. Ma è morale impedire a migliaia di coppie di avere figli solo per un problema di salute, o costringerle ad andare all'estero per fare quello che in Italia è stato vietato?

Dicono che si tratta di una legge laica. Ma la legge 40/2004 è un tentativo di imporre attraverso la repressione statale i precetti morali professati dalle gerarchie ecclesiastiche. E' stata approvata sotto la pressione della Conferenza episcopale italiana, che ora tenta di far fallire i referendum con l'astensione. La posizione espressa dalla legge sull'embrione, la fecondazione assistita e la ricerca scientifica non è condivisa non solo da ebrei, musulmani e dalle altre chiese cristiane (come i valdesi), ma anche da moltissimi cattolici.

I 4 referendum firmati da oltre 1 milione di cittadini italiani rappresentano l'unica possibilità per cancellare le parti più oscurantiste di questa legge.

I 4 referendum rappresentano l'unica speranza per centinaia di migliaia di coppie sterili e per milioni di malati.

Il 12 e 13 giugno non astenerti. Vota e fai votare 4 SI.

08/06/2005
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

9 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

9 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

Il mio stato d'animo: Rammaricato, deluso da quest'italia senza coscienza ne capacità di giudizio. Speranzoso nel futuro.


Che dire? C'è delusione tra tutti quelli che in questi mesi si sono spesi per il SI, a cercare di sensibilizzare la gente su temi sociali importantissimi, contro una legge ideologica che mortifica la ricerca scientifica, la salute e l'autodeterminazione della donna, la libertà di coscienza e la laicità dello stato. Questo referendum è stato tutt'altro che uno spreco ma ci è servito a fare chiarezza sulla situazione del nostro paese. L'istituto referendario è praticamente fallito; c'è un fondamentalismo forte che avanza: è fertile nella diffidenza e nella pigrizia di un popolo egoista che non si informa; Gli italiani sono eccitati dalla campagna apocalittica compiuta da una Chiesa che ha abbandonato la vecchia maschera della DC diventando soggetto politico a tutti gli effetti e trasformando le chiese in sedi di partito; moltissimi che si dicono di sinistra hanno perso ogni memoria degli ideali progressisti, della solidarietà, dell'ugualianza, della partecipazione. Sono certo che in futuro si penserà molto a questo referendum e chi, recandosi alle urne, avrà dato un senso a questa importante battaglia di civiltà, sarà orgoglioso di averlo fatto.


In pratica noi italiani ci siamo dimenticati della nostra coscienza..... bel risultato al referendum!


esta canzone

Non si può non andare a votare..... il voto è l'unico mezzo per dire di esserci.... la nostra voce, la nostra firma sulla cartina della nostra Italia. siamo stati chiamati in appello... non si può rimanere in silenzio.....


Battiquorum

Mancano poche ore al voto referendario, ma possiamo fare ancora molto per contribuire al raggiungimento del quorum e alla vittoria di questa grande battaglia di civiltà a tutela del diritto alla salute di molti malati e di molte donne. Il passaparola resta la strategia più efficace: convincete i vostri parenti, amici e vicini ad andare a votare. Inoltre, domenica vai a votare presto. Così i telegiornali delle 12 daranno la prima buona notizia: che l'affluenza alle urne è molto alta!!! Continuare a restare a casa diventerà una scelta difficile per i sostenitori dell'astensione, e sicuramente tanti di coloro che erano orientati a votare no andranno a farlo, pensando che la strategia dell'astensione sia ormai fallita. Si tratta di una strategia condivisa da tutti i comitati promotori dei referendum. Attivati, restano poche ore e il raggiungimento del quorum è nelle tue mani!


Questo referendum è importante perchè abbiamo la possibilità di votare a favore della vita. Sono cattolica ma non condivido il punto di vista della chiesa. Perchè non dare la possibilità alle coppie che non possono avere figli di diventare genitori? Perchè non dare la possibilità alle persone malate la speranza di poter guarire? E allora andiamo a votare e votiamo SI per la vita, SI per la famiglia, SI e SI.


Christian Russo

Un attimo vale una vita perchè la vita dura un attimo. Rendi il tuo attimo importante. Vai a votare e vota SI' SI' SI' SI'. Per la ricerca, per la salute, per la libertà, per la democrazia, per il futuro dei nostri figli.


6 Motivi per votare a favore del eterologo: 1Sono fiero di essere papa di due bimbi splendidi! 2Sono fiero perche abbiamo realizzato il nostro sogno, siamo diventati genitori! 3Sono fiero perche mia moglie ha avuto la bellissima esperienza delle gravidanze! 4Sono fiero perche la fecondazione assistita funziona! 5Sono proprio fiero del donatore che, con la sua grande generosita, ci ha permesso di realizzare il nostro sogno! Non saprei mai come ringraziarlo 6Non sono per niente fiero riguarda la legge 40, apriamo tutti i nostri occhi e cerciamo di dare la possibilita a tutti quelli che ne hanno bisogno! Ricordiamo che diventare genitori e' un diritto per tutti!


Teresa Sirianni

Caro essere umano, questa mail non è una "catena", ma è un invito ad una riflessione... Ti chiedo, durante la lettura, di immedesimarti per soli pochissimi minuti in un malato. Ti invito a restare immobile sulla sedia ed a non muovere più gli arti. Ora continua a leggere e immagina di incontrare tante persone che ti guardano e che non parlano perchè non possono più parlare, tante persone che muovono le mani con ritmo impressionante e che hanno le braccia legate per poter ricevere "nutrimento" attraverso le vene; immagina che durante la notte tu sia svegliato da una ninna nanna ossessiva cantata da una signora affetta dal morbo di Alzheimer, da un chiamare continuo "mamma, mamma" di un uomo che altro non sa più dire, dai passi affrettati dagli infermieri e dei medici che "consumano" la corsia dell'ospedale...e dalle grida dei familiari chiamati d'urgenza perchè il loro caro è morto inaspettatamente! Ti scrivo con fatica, con lacrime e recentissimi ricordi che di solito custodisco segretamente nel cuore. Ma questo è un atto dovuto. Devo farlo a nome di tante persone che non possono più gridare nemmeno la loro sofferenza. Sono sicura che il mio Dio non mi punirà perchè Egli guarda ai cuori, all'Amore. Prima come cittadina e poi come malata ti chiedo di non far morire la speranza. Vai a votare e vota SI! Teresa

1

Avis 5x1000


AielloCalabro.Net


Add to Google