AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

10.59

Martedì

18/06/2019

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Aiello Calabro/Posizione: tra mari e monti

Aiello: tra mare e monti

Confinante con Serra D’Aiello, Campora, Cleto, Grimaldi e Lago(Terrati), Aiello Calabro è un paese dalla vasta estensione territoriale che, a partire dal centro abitato, abbraccia, nell’intorno diramato dei nord-sud-ovest-est cardinali, le sue tante contrade e i suoi monti, le sue tante vie e le sue campagne. Aiello e il tramonto di sera. Aiello e la sottile linea di mare, appena visibile, tra il rosso e l’azzurro del cielo corrotto dallo scuro calante della notte sopra le montagne stampate tutte intorno e dipinte dai colori delle stagioni. Il paese ideale dove trascorrere l’inverno tra candidi fiocchi di neve, leggeri e soffici, e il ritrovo confortevole di un fuoco scoppiettante e narrante antiche storie e magie. Il paese ideale dove trascorrere l’estate tra l’ombra di alti e verdeggianti alberi e le rive del Fiume d’Oliva che, solitario, scorre nel percorso disegnato del suo letto e sfociante nel vicino mare. L’immenso spettacolo paesaggistico, la natura selvaggia e, nel contempo, delicata di ogni spazio, l’aria pura e fresca, i dieci, o poco più, km di distanza dal mare, l’alto livello gastronomico- culinario, l’ottimo vino, l’odore dei fiori e dell’origano, la genuinità, le pecore che pascolano nei prati, il ‘chicchirichì’ dei galli alle quattro di mattina, le uova fresche, la sirena che suona a mezzogiorno, fanno di Aiello la meta turistica di vacanzieri (per lo più originari del paese) che si lasciano alle spalle lunghi mesi di città grigia, chiusa e fumosa, e di paesani che difficilmente si allontanano dal loro piccolo paradiso dominato dall’imponenza del Monte Faeto, che si trova a 1100 metri di altezza, ai piedi di Acquafredda, nota contrada aiellese, molto conosciuta per la fontana scorrente un’acqua fresca e purissima. Monte Faeto, splendente e incontaminato bosco, odorante di funghi e castagne e ghiande in autunno, e di fragoline e more e allegria in estate, in tutta la sua suggestività e nell’aspra dolcezza della sua bellezza, ha due tappe fondamentali: Il Vivaio ( appartenente alla forestale) ed il Casellone, dove tavoli, panche, griglie e altalene invitano a frizzanti e piacevoli scampagnate, nel cuore di una natura viva e pulita. Vento e silenzio, interrotto soltanto dalle chiacchiere degli operai della forestale e dal grido degli uccelli, sono i soli echi risuonanti nell’alto dell’altro importante monte aiellese, collocato a valle delle contrade Boccaceraso- Cannavali ed esteso fino a Cleto: S. Angelo, un’oasi di tranquillità, una meraviglia naturale, un paradiso tappezzato da aghi di pino ed abeti e foglie di querce e castagne. Meta di chi cerca pace e vuole allontanarsi dal frastuono della vita movimentata, S. Angelo è il luogo dove, seduti sulle rocce lisce e spigolose della sua ‘timpa’, persi nella libertà dell’aria, si può catturare il mondo visibile tra le mani e cancellarlo e poi ripristinarlo…. Non esiste il tempo, tutto si ferma, tutto si blocca….. tranne gli occhi, incantati e persi tra l’infinito paesaggio che si osserva dalle alte cime superbe di quel monte chiamato S. Angelo che, come un’immagine nello specchio, si riflette in un altro paradiso, meno conosciuto, meno importante, meno visitato, ma pur sempre bellissimo: Valle dell’Orso, più volte distrutta dalla furia estiva delle fiamme e più volte rinata. Come un quadro ad una parete, Valle dell’Orso, è il dipinto di luci e colori del circondario, dove i ricercatori di funghi si infilano nei rovi, dove le castagne si trovano lungo la via, dove si può correre e sentire la natura fra i capelli e sulla pelle…. Questi luoghi, protetti dall’inquinamento, salvaguardati dall’invasione dell’uomo e della ‘sua’ tecnologia, ‘riserve’ dell’aria, della natura e dell’acqua che scivola dalle rocce, insieme ad antichità e monumenti, costituiscono il patrimonio (dall’inestimabile valore) di Aiello Calabro…. Un patrimonio che farebbe del paese una piazza turistica di primo livello se solo fosse valorizzato nel modo dovuto. Ma nonostante le negligenze che subisce, Aiello splende ugualmente di luce propria…. La luce, verde o secca, della sua natura.
Rosanna Lepore
14/05/2005
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

35 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

35 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

vota lista uniti per franco iacucci

questa lista ha nel programmma "come fare per vincere le elzioni". I vari punti sono: 1) promesse. 2) compra vendite 3) falsità 4)prese in giro 5) terrore questi sono alcuni punti fondamentali della lista uniti per iacucci. Il simbolo della lista è una fotogafia di franco seduto nell'ufficio del sindaco. VOTATE VOTATE VOTATE... per un paese sempre più decadente e PRIVATO. lO SLOGAN E' PER UNA DITTATURA SEMPRE PIù FORTE VOTA IACUCCI


il futuro aiellese

tanto comanda che adesso si ricandiderà franco iacucci, farà altre due legislature, poi si candiderà nuovamente vicesindaco e questo fino all'età della pensione oppure finquanto ci saà qualche abitante ad aiello, intanto tutti gli asessori e consiglieri continueranno a portarci voti nell'aninomato puiù asoluto.ù


sinde serbe

e unu ca se fa chiamare assessure ma udie niente...... cummande francu e baste


Zagordo ???

Chi è mai costui!!!!


x il paese che non c'è

TU HAI QUESTA STIMA PER ZAGORDO, ma se è veramente come dici tu che ha fatto per combattere franco??' ed il sistema clientelare che soffoca aiello??? chi sta col zoppo impara a zoppicare.... chi sta con loro si vede che ci sta bene


fatevi avanti voi scienziate alzatevi le maniche e organizzate qulacosa per l'estate del paese i buoni propositi sono sempre ben accetti ma mi sa che per voi è piu comodo criticare che utilizzare le energie x cose positive. perchè siete sempre cosi scettici? se non si fa niente non si fa niente se si fa quelcosa non va bene lo stesso, emigrate che non siete degni di stare in questo paese. guardate serra cleto terrati san pietro forse preferite la loro vitalita'? se ve ne andate li nessuno se ne accorge della vostra mancanza


iello il paese che non c'è

il nostrompaese è stato condannato da questa squadra di governo a morte certa. Nessuno che non sia franco iacucci prende delle decisioni ad aiello. Comanda uno ed uno solo. Il suo potere è tale che comanda più lui che il sindaco legittimamente eletto. Mi meraviglio di questi assessori di questi consiglieri che stanno facendo le figura delle marionette, dei pilotati, di chi per un niente si vende l'anima. Ma la mia delusione più grossa riguarda zagordo, si zagordo l'assessore, chepur essendo da diversi anni nel comune è stato tenuto sempre ai margini.. Poca visibilità, scarsa considerazione, poca incisività nelle scelte di governo. Sono deluso da lui perchè lo stimo come persona onesta, moderata e inteliggente e nonostante ciò sta distruggendo anche lui questo paese facendosi soggiogare da franco che è l'unico e dico l'unico CHE COMANDA E CHE COMANDERA' SEMPRE. vOGLIO FARE COMUNQUE UN APPELLO A ZAGORDO PER LA PASSIONE CHE NONOSTANTE TUTTO dimoatra a QUESTA TERRA, non FREGARTENE AIUTA IL TUo PAESE A CAMBIARE, DISTRUGGI QUESTA MONARCHIA E METTITI TU IN PRIMA PERSONA A CAMBIARE QUAESTO PAESE. GRAZIE un amico


l'inter è la meglia squadra du mundu,l 'atre tipo juve milan roma e lazio kiste sunu e arrobbuni........


saluti a enzo e familyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyy


saluti a enzo e familyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyy


Enzo Pizzuto

Un saluto a tutti i miei cugini (Lepore) in aiello!!!!


ginger devo deluderti quest'estate sarà + teatrale del solito,ma non disperare ci saranno anche tante cose buone da mangiare x ingannare la noia che potrà affliggerti...le poesie potranno assere noiose ma il teatro è pur sempre il teatro....


salve ,sono mancata x un po'..ma purtroppo leggendo mi sono accorta che non e' cambiato nulla...oooooo ma vi siete accorti che e' iniziata l'estate o no????Come ogni anno verro' nel ridente paesello e spero ,quest'anno, di trovare un cartellone estivo pieno di sorprese!Boicottiamo le noiosissime serate di poesie e quelle del cosidetto teatro..a favore di una piu' luculliana sagra!! Questa e' la vita e l'estate arriva x tutti! Saluti grandiddimi paesa'!


gino cuglietta

sono molti anni che sono emigrato in america e in tutti questi anni sette anni fa mi sono trovato per la festa della madona delle grazie. per me e stata una gioa,inoltre pensavo anche quando mio padre per tanti anni portava la madonna con il carro tirato da inostri buoi,io ero un ragazzino allora,sono sicuro che qualcuno avra delle foto mio padre purtroppo non ce piu mifarebbe molto piacere avere qualche foto. mio padre si chiamava pasquale.saluti a tutti i aiellesi ciao gino.


Per Anonimo 3

caro anonimo 3 tra quegli illustri che non ci sono più c'era anche il mio Nonno,che non si fermava sui muretti a guardare chi passasse, e non solo ha contribuito alla patre liturgica ma anche alla costruzione del carro senza troppi complimenti,con umiltà...e non solo per la Madonna delle Grazie ,della quale era devotissimo, ma anche delle altre feste dell'anno liturgico...magari bisognerebbe prendere esempio da queste persone che non ci sono più per rendere questa festa migliore...


devota della Madonna delle Grazie@-->--

anonimo 3 mi pare che hai usato il passato dicendo "Ho contribuito con le mie braccia"(testuali parole)ma adesso cosa stai facendo x la Madonna?dalle tue parole emerge altro!Io posso essere giovane ma con il fervore che contraddistingue la mia età:l'amore che ho x aiello,x la festa dellaMadonna delle Grazie e contribuisco in prima persona a cercare di rendere Aiello un paese ancora vivo;non mi soffermo sui muretti x criticare e vedere chi passa con chi perchè e tirare fuori una nuova cattiveria.e x "pulpito illustre"della piazza del paese(muriatti,scaluni,segge e bar..."intendevo "A Chiazza suprana".who's who? grazie mi fa piacere che qualcuno accolga le mie idee...magari non rivoluzionarie ma magari utili a sostenere aiello e gli aiellesi...Saluti a tutti


anonimo 3 a devota

Carissima la mia devota. Ho contribuito con le mie braccia, assieme a tanti altri ( morti purtroppo)a preparare la festa della madonna delle Grazie. Il mio impegno è stato quello di aiutare la parte liturgica della festa non la parte folcloristica. Quindi come hai capito forse tu dovevi ancora nascere, anzi signu sicuru.Per quanto riguarda gli altri punti dico: beati voi tantu iu alla chiazza suttana un ce sciendu e staiu sedutu supra a murettu a guardare passiare a gente da porta alla valla. Te salutu


who's who?

sono daccordo con DEVOTA. lo spirito della Madonna delle Grazie risiede nela fede innanzitutto, e poi anche nel folclore. vale a dire processione notturna, addobbo del carro, luminarie sul castello ecc. ecc. io direi pure che bisognerebbe ritornare all'antico e cioè utilizzare non più un camion, ma un carro trainato da buoi (non quest'anno certo, poiché c'è bisogno di preparazione). e poi segue tutto il resto. bisognerebbe fare un comitato organizzatore che si occupi di tutto in collaborazione con il parroco. ha ragione DEVOTA, il comune poco centra con questa festa. o almeno lo stretto necessario. Anche perchè, e me ne duole dirlo, non sono più i tempi di una volta quando al comune c'era davvero qualcuno che le tradizioni di questo paese antico le valorizzava, le riscopriva e le faceva conoscere a tutti i cittadini. AD MELIORA SEMPER


devota della Madonna delle Grazie@-->--

anonimo 3 mi pare che neanche tu abbia capito ed interpretato lo spirito delle festa delle MADONNA DELLE GRAZIE innanzitutto è una festa religiosa e come tale deve essere considerata e accolta in tutte le cose che circondano la festa nei preparativi(carro,illuminazioni,fiori....).Le polemiche che hai sollevato tu non hanno nulla a che vedere con questa ricorrenza!!!X quanto riguarda il programma x quest'estate non bisogna rivolgersi a grandi menti estranee alla realtà di Aiello ma ad Aiellesi che vivono Aiello e stare a vedere cosa questa estate avremo il piacere o il dispiacere di vivere...bisogna creare ed aiutare a creare,le sole critiche non servono a nulla ma ahimè x gli aiellesi(alcuni) è lo sport preferito criticare tutto e tutti dal "pulpito illustre"della piazza del paese(muriatti,scaluni,segge e bar...e chi + ne ha + ne metta!!!)


Finalmente è arrivata la Festa della Madonna delle Grazie e subito scoppia la polemica. Questa, prima ,era una grande festa invidiataci da tutti;ora invece ... Per quanto riguarda Aiello se si sta svuotando è colpa solo e soltanto da noi aiellesi e non solo del sindaco ( che io non ho votato). Sarebbe necessario ascoltare qualche volta le critiche ed i consigli che i nostri emigranti al nord fanno durante le ferie estive. Purtroppo noi quelle persone le deridiamo. Cambiamo testa altrimenti Aiello sparirà. Si parlava di un ostello dello studente che fine ha fatto. Cari compaesani svegliamoci e non facciamo i presuntuosi. Per quanto riguarda la prossima estate questa amministrazione cosa ci propone ? Chiedano aiuto e collaborazione a chi ne sa qualcosa perchè ad Aiello abbiamo due persone che si interessano di spettacoli ma che vivono fuori. Uno , quello che ci ha fregati un anno lasciamolo a casa sua mentre l'altro interpelliamolo. Saluti

1 2

Avis 5x1000


AielloCalabro.Net


Add to Google