AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

0.38

Venerdì

15/11/2019

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Rubriche/Documenti/2010

2010


31/12/2010

2001 - 2010, dieci anni di storie

DOCUMENTI - Dalle Torri Gemelle alle rivelazioni di WikiLeaks, passando per il terremoto all’Aquila: il decennio che si conclude raccontato dalle firme di Repubblica.

La ferita di Ground Zero, le violenze al G8 di Genova, la guerra contro Saddam, la morte di Giovanni Paolo II, la crisi dei mutui. Ma anche il successo al cinema di Harry Potter, l’ingresso dell’euro, gli azzurri Campioni del mondo, l’elezione di Obama e i Giochi di Pechino.

SCARICA IL DOCUMENTO PDF

03/12/2010

Sempre più NORD. Lo sceneggiato della Politica che non c'è

di Raffaele Papa

CALABRIA - E le stelle stanno a guardare..., mentre impietosamente scorre la pellicola dell'ennesima puntata telenovela politica per la serie "sempre più nord." Come il colpevole ritorna sul luogo del misfatto, così il Cipe si ripete ed assegna 21 miliardi di opere pubbliche infrastrutturali interamente al nord.
Per il Meridione solo 240 milioni alla Puglia, pari all'1,14% del totale, meno che briciole!!!
L'inerme Sud, forse inconsapevolmente, assiste e subisce il continuo scippo; e le stelle continuano a guardare, a parole tutti per il sud ma nei fatti nessuno brilla se non per l'evidente assenza. Pare che a breve dovrà essere esaminato un piano organico di opere per il Sud, vedremo, è da 150 anni che lo dicono.

04/10/2010

C’è il Papa, il regime della bestemmia censura il vangelo

Ieri a Palermo sono state sospese le libertà costituzionali, e tranne il sito ilfattoquotidiano.it non ha ancora protestato nessuno. Eppure è un vero e proprio "stupro della Costituzione" che venga rimosso uno striscione con cui dei cittadini volevano "manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altri mezzo di diffusione".

di Paolo Flores d'Arcais (Micromega)

Che il ducetto bestemmiatore sia disposto a tutto per riconquistarsi l'omertà della Chiesa gerarchica può apparire scontato. Che il suo ministro degli interni - di un partito che celebrava i riti pagani celtici! - fosse pronto, con analogo bacio della pantofola clericale, a calpestare i diritti costituzionali più elementari dei cittadini di Palermo, sarà solo l'ennesimo "stupro della Costituzione" che giustamente Di Pietro ha addebitato a questo regime ogni giorno più infame.

GUARDA IL VIDEO

 

10/09/2010

Patto camorra - 'ndrangheta per uccidere Vassallo

il mattino 9-9-2010

Vi proponiamo un articolo riguardo l'omicidio del Sindato Campano, Angelo Vassallo. Questa mattina si sono tenuti i funerali ed abbiamo saputo (da fonti non ufficiali) che l'amministraizone comunale aiellese ha deciso di tenere le bandiere a mezz'asta in segno di lutto.

***

LE INDAGINI: Il boss calabrese Muto ha soggiornato per quattro anni nella cittadina cilentana

di Antonio MANZO (Il Mattino 09.09.2010)

Altro che isola felice. Angelo Vassallo era il primo cittadino di un territorio dove, fin dagli anni Novanta, è stata stretta e cementata la più feconda delle alleanze tra la camorra campana e la 'ndrangheta calabrese. E che ora riappare sullo sfondo delle indagini della Procura antimafia di Salerno sul delitto eccellente del sindaco pescatore, eliminato "a scopo preventivo", per dirla con gli inquirenti salernitani. Sì, proprio ad Acciaroli -- il paese che ora piange il suo sindaco, vittima, secondo la procura antimafia, di un "omicidio politico-mafioso e affaristico" - fu costituita la più redditizia "società per azioni" criminale che avviò il sacco edilizio del Tirreno. È ad Acciaroli, infatti, che Francesco Muto, il "re del pesce" di Cetraro e capo di una delle più agguerrite 'ndrine che ipoteca affari e crimine dell'alto Tirreno, scontò quattro anni di soggiorno obbligato ma restando in servizio criminale permanente ed effettivo.

28/06/2010

La Calabria pattumiera d’Italia… ma solo i pazzi lo scrivono!

camiciadiforzaMa si, facciamo i giornalisti come conviene fare, senza pestare i piedi a nessuno e comunque senza parlare male della Calabria. Oramai nella nostra terra, le notizie si danno solo per fare qualche scoop della settimana in concorrenza con qualche altro quotidiano o per compiacere un politico contro un altro politico, o per leccare un magistrato che fa il rompiscatole solo per essere trasferito dalla Calabria in altra sede, o servire un Gran maestro muratore, che non si sa mai, o anche un vescovo e perché nò, come cantava Jannacci, un Imperatore, restano solo loro. Mia nonna, mi ripeteva sempre di non dire cose malevoli sulle persone e sulle cose, avevo questo vizio sin da piccolo, e quando io le chiedevo perché, dal momento che le cose andavano male, lei rispondeva, perché " para brutto". Davanti ai Re, nel medioevo, solo i giullari avevano il coraggio di dire le cose brutte, e se il re non rideva , gli veniva tagliata la testa. Oggi le cose solo i pazzi le possono dire. Io per non sbagliare, perché appunto, mi "para brutto" sono andato a Nocera Inferiore, dove ancora nell'ultimo manicomio d'Italia, ancora aperto, nonostante la legge Basaglia, vive rinchiuso da oltre venti anni, un giornalista, dichiarato pazzo. Questo giornalista, che da qui in avanti, chiamerò solo, "pazzo", ebbene questo pazzo, è convinto di conoscere le cose della Calabria e ne spara a raffica contro noi calabresi, dicendo cose non veritiere, cose vomitevoli, cose appunto pazzesche. Questo pazzo, del quale non rivelerò il suo nome, sostiene che nella nostra Calabria ci siano sotterrati rifiuti tossici ovunque, e che nel governo , in questo governo, tutti ne siano a conoscenza e ne tacciono.

20/06/2010

Navi tossiche. Nuova inchiesta e foto shock dalla Somalia! Mentre sulla presunta Cunsky ancora dubbi.

Pubblichiamo un articolo di Greenpeacenel quale si svelano nuove foto dei traffici di rifiuti in Somalia ma allo stesso tempo Greenpeace solleva forti dubbi anche sulle indagini svolte sul relitto che si ipotizzava fosse la "Cunsky".

Roma, Italia — Sei terribili foto. Mai pubblicate prima. Prove inconfutabili di un traffico di rifiuti sospetti verso l'Africa. Le diffondiamo oggi con la nostra nuova inchiesta sulle navi tossiche, che riassume più di vent'anni di traffico di rifiuti tossici e radioattivi.

11/06/2010

LISTIAMO A LUTTO PER PROTESTARE CONTRO UNA LEGGE LIBERTICIDA

 

legge-bavaglio

«BERLUSCONI HA IMBOCCATO SENZA REMORE LA VIA DELL'EVERSIONE DEMOCRATICA. LA SUA SPUDORATA DICHIARAZIONE CONTRO LA CARTA COSTITUZIONALE («È INFERNALE GOVERNARE RISPETTANDO LA COSTITUZIONE») È IL PERVERSO FONDAMENTO DELLA LEGGE CHE SI PROPONE DI OSTACOLARE LE INCHIESTE GIUDIZIARIE E LA FORMAZIONE DI UN'OPINIONE PUBBLICA INFORMATA.

CONSAPEVOLI DELLA CRITICITÀ DEL MOMENTO, LISTIAMO A LUTTO IL NOSTRO SITO, PER RICORDARE PERMANENTEMENTE AI CITTADINI ITALIANI CHE SIAMO TUTTI VITTIME DI UN REGIME LIBERTICIDA».

AielloCalabro.Net


AielloCalabro.Net


Add to Google