AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

7.21

Giovedì

08/12/2022

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Notiziario/Archivio/Archivio Notizie da Aiello/Anno 2009/EMERY KABONGO ospite dall'amministrazione

Aiello Calabro :: Mons. EMERY KABONGO ospite dall'amministrazione comunale.

Pubblichiamo questo comunicato dell'amministrazione comunale di Aiello Calabro.


COMUNICATO

AIELLO CALABRO 04/07/2009 - L'amministrazione comunale di Aiello Calabro è stata lieta di accogliere il 1 luglio, giorno dedicato alla festività della Santissima Madonna delle Grazie, S. E. Rev./ma Mons. EMERY KABONGO, Arcivescovo emerito di Luebo (Africa) e Canonico della Basilica di S. Pietro in Roma, nonché ex segretario particolare di Sua Santità Giovanni Paolo II.

L'incontro, avvenuto nella sala della giunta alla presenza del consiglio comunale tutto, del maresciallo della stazione locale Andrea De Luca e del parroco don Jean Paul Bamba, si è svolto all'insegna di brevi interventi incentrati sull'importanza della collaborazione tra istituzione e parrocchia, ai fini di un coinvolgimento capillare e radicato per il bene della collettività intera. "Negli anni l'Amministrazione - ha affermato il sindaco Iacucci - ha sempre coltivato un rapporto di amicizia, anche per promuovere importanti progetti di solidarietà e - conclude - si augura di intensificare i rapporti sempre di più". "Il sacerdote non deve comandare - ha affermato Mons. Kabongo - bensì stare nel popolo, con il popolo". Il sindaco Iacucci poi, a nome dei presenti, ha offerto una targa di argento, una raccolta di pubblicazioni sul comune e sul territorio aiellese, ed un cesto di prodotti tipici a S.E. Mons. Kabongo il quale, al termine di un rinfresco, ha promesso di ritornare a visitare il paese.

 

06/07/2009
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

11 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

11 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

DA UNA PARTE FESTA POPOLARE DALL'ALTRA REGNEREMO PER SEMPRE MI SEMBRA UNA GRANDE CONTRADDIZIONE. GIusto per prendere in giro i cittadini aiellese ed il popolo tutto.


eguaglianza sociale

dimenticavo l'importante è mettersi LA FASCIA tricolare.. a turno ovviamente dato che è una sola.. Adesso tocca alla pucci e poi il ciclo ricomincia e vissero tutti felici e contenti. Speo che le altre 2 assessoressa conservino un dignità ed un'integrità morale.. ma fino ad ora hanno solo acconsentito al volere di iacucci


eguaglianza sociale

quello striscione è raccapricciante... siamo in pieno regime autoritario. Delle assessore una è gia una cortigiana... quella che faceva tanto la rivoluzionaria dalla parte del popolo oggi è piena sostenitrice del regime aiellese. Mi meraviglio che sia stata d'accordo ( non prendendo le distanza) con l'attacco all'espressione di opinione e pnsiero che si è consumato giorno 29 e che per loro è il MODO DI festeggiare e mi meraviglio come persone che parlano di democrazia di festa popolare permettano in piena piazza l'affissione di quel tipo di striscione con scritte ( regneremo per sempre) Questo perchè gli assessori di corte non contano niente e non hanno nessuna forza o volontà di contestare se non si è d'accordo il loro leader.


telepiazza

ho visto anche io quello striscione con quella scritta e devo dire che tutto questo è agghiacciante e aberrante. sPERO CHE QUESTE ASSESSORESSE non siano CORTIGIANE, ma abbiano una propria autonoamia e volontà ma fino ad ora ho vosto in LORO LA SOLA VOLONTA' DI FRANCO IACUCCI. Del resto una festa popolare dove dovevano partecipare tutti con scritte come questa ( REGNEREMO ORA E PER SEMPRE) è tutto un dire su quello che si vuole fare E SU COME SI CONSIDERANO GLI AIELLESI , cioè SUDDITI... sE IL PAESE è DIVISO UN MOTIVO CI SARà.... deluso al massimo


@ "ciccia01 07/07/2009 23.12" - quella frase (IL LEONE REGNA E REGNERA' X SEMPRE") esprime in poche parole la LORO BRAmA DI POTERE. Loro stessi urilizzano verbi come REGNARE e parole come x SEMPRE..... DOV'è LA democrazia.... ??? dov'è questa festa popolare.... se si regna vuol dire che c'è un regnante... se c'è un regnante il popolo è per FORZA sottomesso e non può far altro che ALLIETARE il proprio padrone. Quello stiscione in sintesi esprime IL LORO MODO DI INTENDERE LA DEMOCRAZIA. Arrogarsi il diritto di governare per SEMPRE... SCALZANDO E METTENDO DA PARTE IL VOLERE POPOLARE è da fare rabbrividire... DEGNO DELLE PEGGIORI DITTATURE.


@ "demos 07/07/2009 20.13" - Solo vedere quello striscione:"IL LEONE REGNA E REGNERA' X SEMPRE"... ti fa capire tutta l'arroganza di queste persone!!!!!!!!!!


@ "xqds 07/07/2009 19.57" - la festa è stata fatta il 4 mi meraviglio ke ti sia sfuggita... il 29 è stata fatta la spedizione punitiva ai votanti di adp ( che per te è festeggiare a quanto ho capito)... come avveniva in epoca fascista..... per socialisti e comunisti.... e poi la sportività con l'interpretazione dei fatti non vedo cosa c'entri... Non penso che chi ha perso le elzioni adesso la pensa cpme iacucci.... e con il suo modo di operare e fare... le idee rimangono quelle dato che siamo in democrazia e perdere o vincere non penso che faccia cambiare idea o modo di fare... certo se si utilizzano INTIMIDAZIONI.... PAURA, DENARO ecc tutto può succedere... MUSSOLINI è ARRIVATO AL 100% voglio ricordare proprio per mancanza di libertà. Se per te vincere le elzioni equivale a vincere lo scudetto allora siamo messi male... AMMINISGTRARE VUOL DIRE PRENDERSI RESPONSABILITA' il difficile deve ancora venire...


è vero la gente non è mai contenta...vorrei ricordare he il 1 luglio è stata festeggiata la madonna delle grazie e non iacucci(xkè la fasta della lista uniti per aiello è stata fatta il 23)...cmq sarebbe pra di finirla con qst cs che vanno a ledere sl il nostro paese, e poi xkè nella vita bosogna essere sportivi!


sembrava quelle feste di corte con re e regnanti .. ed il contorno del popolino..... FESTA DI POTERE.... manifestazioni di sottomissione dei vasalli di corte... Nerone era dedito nell'antica roma festeggiare il suo titolo di imperatore.... eppure era un amministatore se così lo vogliamo definire per l'epoca ..... "DISTRUTTIVO"... ma LO SFARZO LA MANIFESTAZIONE DELLA " GRANDEZZA" l'apparire erano i suoi punti di forza.... LA DIMOSTRAZIONE AI SUDDITI della differenza della distanza che esiste tra loro(il popolino) e lui il DICTATOR.... E' stata una manifestazioni per stabilire e sottolinerare UNA PRECISA E DOVEROSA GERARCHIA.... In questo mix il soggetto principale non ERA CERTO IL POPOLO ... ma IL REGNANTE... e da qui concordo con festa PATRONALE O FEUDALE O SIGNORILE... dove partecipava si il popolo ma come schiavo, suddito PER ONORARE ( o peggio DOVER ONORARE) il propio "leader"


vogli aggiungerre che ancora buttano cartacce per le vie del paese...continuando a sporcare e deturpare.... questa volata c'è scritto 700 volte grazie di cuore... però poi chi pulisce???? l'inciviltà persiste sovrana


il popolo per voi conta zero... festa popolare l'avete chiamata ma IN REALTA' E' UNA FESTA PATRONALE... dove si è festeggiata solo ed esclusivamente la figura del vostro leader...Sono stati fatti spari superiori a quelli della madonna delle grazie....sembravano le sflilate naziste ai tempi di hitler...dove doveva primeggiare sempre la figura del leader in ogni tipo di manifestazione. Il popolo ha c'entrato poco in tutto questo "sfarzo di potere"..E' sembrato più importante lui che la madonna delle grazie...FESTEGGIAMENTI IMMANI E SPROPOSITATI per chi ha ereditato un paese spaccato e diviso.... Quella festa PATRONALE avava appunto il senso e significato di far capire alla gente chi comanda, il suo potere, la sua forza e la sua magnificienza che per modestia può essere paragonato a berlusconi.....RIFLETTETE GENTE

1
In questa sezione

Avis 5x1000

Olivhere.com: the agrifood marketplace.


AielloCalabro.Net


Add to Google