AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

6.07

Giovedì

08/12/2022

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Notiziario/Archivio/Archivio Notizie da Aiello/Anno 2009/Voti per il centro storico

Tanti voti per il centro storico di Aiello Calabro

Abbiamo iniziato a pubblicizzare da qualche giorno il sondaggio del Quotidiano della Calabria, "Vota il centro storico più bello della Calabria", siamo fieri del risultato raggiunto, Aiello è 15° e ieri era addirittura 12°. Non è certo poco visto i rivali che sono in lizza per quest concorso. Ringraziamo quindi tutti i nostri visitatori, tutti gli aiellesi e non che hanno scelto di suportare il nostro bellissimo centro storico.

Continueremo a pubblicizzare il sondaggio, nel frattempo vi proponiamo qui di seguito l'articolo uscito ieri, 3 luglio, sul quotidiano che ci fa ben sperare sulla possibilità di far conoscere ad un pubblico più ampio le bellezze aiellesi.

Danilo Amendola

***

Troppi tesori dimenticati

di FRANCO DIONESALVI

Centro storicoSONO tanti i voti finora giunti per il nostro gioco-sondaggio, segno che ha raccolto il vostro interesse: grazie! Qui a fianco trovate la classifica aggiornata, e potrete divertirvi a leggere i nuovi risultati di tappa, che comunque non cambiano granché la situazione rispetto a ieri.

Fra i centri storici emergenti, nella nostra classifica, segnaliamo Aiello Calabro. Lì va ricordato il castello quattrocentesco, ancora discretamente conservato: le torri e le mura perimetrali sono presenti. Se il castello sovrasta Aiello, più giù c'è la chiesa di San Giuliano, che si fa risalire al 1400. Vi è poi la chiesa di santa Maria delle Grazie, che ha una loggia a cinque arcate, e una cappella barocca che conserva, seppur per frammenti, degli affreschi antichi. Ancora da ricordare la chiesa di santa Maria Maggiore, e i palazzi settecenteschi che sorgono nell'intarsio di caratteristiche viuzze di questo sito: fra questi il palazzo Malaspina e il palazzo Viola.

Quel che emerge, in questo viaggio che, col pretesto della classifica, stiamo compiendo fra le antiche bellezze storiche ed architettoniche della Calabria, è che la nostra regione ha davvero tanti piccoli tesori, che spesso i suoi stessi abitanti conoscono solo parzialmente. E ce ne sono in lungo e in largo: chi, ad esempio, mi avesse seguito ad Aiello Calabro, come farebbe poi a non soffermarsi sulle bellezze che offre la vicina Cleto, o ancora, scendendo verso il mare, su Amantea? Naturalmente una considerazione che spesso si associa a questa meraviglia è quanto poco incida questa ricchezza sulla nostra economia, e quanto maggiormente potrebbe farlo se la politica di sviluppo turistico del nostro territorio avesse finalmente un'impennata. Giusta considerazione; ma è corretto riportare anche le opinioni opposte. Di chi, ossia, ritiene che una politica di sviluppo turistico a valanga in realtà porterebbe sì vantaggi economici, ma anche disastri riguardo all'ambiente e alla vivibilità.

Del resto, le dissennate costruzioni sulle nostre spiagge non sono indice di uno sfruttamento del territorio irrazionale e dissennato? Lo sviluppo turistico deve esserci, sì, ma nel rispetto dei luoghi, della loro natura e delle loro caratteristiche. Molti luoghi, ad esempio, hanno bisogno di silenzio, di luci soffuse: le luci delle discoteche e i panini di Mc Donalds li distruggerebbero. Bisogna trovare insomma un punto d'equilibrio, fra lo sviluppo selvaggio e l'abbandono ai detriti, ai crolli e alle ragnatele.

04/07/2009
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

0 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

0 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

In questa sezione

Avis 5x1000

Olivhere.com: the agrifood marketplace.


AielloCalabro.Net


Add to Google