AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

7.33

Giovedì

08/12/2022

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Notiziario/Archivio/Archivio Notizie da Aiello/Anno 2009/Aiello, il Maiuzzo invade la provinciale

Aiello, il Maiuzzo invade la provinciale

Aiello, il Maiuzzo invade la provinciale. In località Petrone la furia del fiume scava gli argini

 

La strada invasa dal Maiuzzo.JPGAIELLO CALABRO – Le abbondanti e continue piogge degli ultimi giorni hanno causato, come nel resto della regione, frane e smottamenti un po’ su tutte le strade del Comprensorio e in particolare nel comune collinare.

A destare maggiore preoccupazione nella tarda serata di domenica è stato il torrente Maiuzzo, affluente dell’Olivo, che ha invaso con acqua e fango la carreggiata stradale della “Fondo Valle Olivo”, scavando un grosso fosso nel terreno adiacente. I lavori per limitare i danni – eseguiti dall’Amministrazione provinciale di Cosenza durante i quali ha presenziato il sindaco Perri - sono andati avanti per tutta la nottata e poi ancora nella giornata di ieri. Come è ovvio, al momento la strada che collega Aiello ad Amantea è stata chiusa al traffico con evidenti disagi per gli automobilisti. Per raggiungere la costa, infatti, si deve utilizzare la vecchia statale 108 sino a località Guarno per poi rientrare attraverso una stretta stradina nella Fondo valle Olivo. Non sappiamo fino a quando il tratto interessato resterà chiuso; certo è che per mettere in sicurezza la provinciale si dovranno eliminare gli inadeguati “tombini scatolari” nei pressi degli attraversamenti fluviali e dotare la strada di veri e propri ponti.

particolare della strada invasa dal Maiuzzo.jpgIl bollettino delle avversità atmosferiche, tuttavia, registra altri danni anche più a valle, sempre lungo la provinciale, alla confluenza del Maiuzzo con l’Olivo, dove la piena ha spazzato come un fuscello un palo dell’alta tensione, poi ripristinato dall’Enel nella mattinata di ieri.

Una certa apprensione pure in località Petrone, dove il fiume ha mangiato buona parte degli argini, e dove l’Ente Provincia, competente sulla vicina strada, ha dovuto proteggere la sede viaria con dei massi in cemento armato.

Bruno Pino
28/01/2009
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

4 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

4 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

"come puo' uno scoglio arginare il mare" cantava Battisti. Noi siamo gente di montagna e non di mare e a questa domanda non sappiamo rispondere però una cosa adesso la sappiamo: "una cannuccia non può arginare un fiume".


Aiellese volante

Forse X, anche se con modi e parole improprie ha colto il problema. Gli alberi nel fiume non andavano tagliati in così grosse quantità... Ma il comune ha assegnato ad alcune ditte il lavoro senza pagarle ma dando in cambio tutto quello che tagliavano... Quelli logicamente più tagliavano e più guadagnavano... Vi lascio immaginare! INOLTRE: Credo che anno fa il comune abbia molto sbagliato a vendere la RUSPA di proprietà del comune! Adesso per pulire una strada anche solo da un granello PAGHIAMO... e paghiamo sempre ai SOLITI NOTI!


A.A.A. massaggiatrice cercasi...

Nuova apertura in Aiello Calabro: CENTRO BENESSERE!!! Esperti in FANGO TERAPIA... ne abbiamo in abbondanza!!!!


Spero tanto che la prossima volta prima di tagliare gli alberi nel fiume ci pensate due volte! Cmq ora voglio vedre se fate il ponte come si deve.

1
In questa sezione

Avis 5x1000

Olivhere.com: the agrifood marketplace.


AielloCalabro.Net


Add to Google