AielloCalabro.Net

CreditsPrivacy

22.19

Giovedì

22/02/2024

 
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
 
Sei in /Notiziario/Archivio/Archivio Notizie da Aiello/Anno 2009/Case Aterp. Pubblicato il bando/Aiello. Bando alloggi, Alleanza contro Perri

Aiello. Bando alloggi, Alleanza contro Perri

Scritto da Stefania Sapienza - Calabria Ora 3/03/2009

AIELLO CALABRO - Il gruppo consiliare denominato “Alleanza di Progresso per Aiello” ritiene «palesemente “contro il cittadino” il bando per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica» redatto dall’amministrazione comunale di Aiello Calabro. «Sebbene il bando nella sua globalità sia conforme con quanto sancito dalla legge 32/1996 che stabilisce le norme per l’assegnazione degli alloggi - incalzano i consiglieri - contrariamente al resto dei Comuni d’Italia, codesto ente richiede ai cittadini di allegare alla domanda un certificato della Conservatoria dei registri Immobiliari e un certificato redatto da tecnico privato per attestare la consistenza dell’immobile, che comportano per il candidato all’assegnazione un esborso patrimoniale notevole».

Una situazione che «va al di là dell’assurdo e che penalizza quanti intendano prendere parte al concorso». Secondo quanto sancito dalla legge non è necessario presentare in prima istanza alcun tipo di certificato. «Sembra quasi che ci troviamo di fronte a un capriccio di un’amministrazione che si definisce di sinistra ma che poi alla fine, anziché cercare di agevolare i cittadini - incalza ancora la minoranza - li costringe a spendere soldi inutilmente ». Alleanza di Progresso per Aiello, «a tutela e nell’interesse dei cittadini, » ha quindi «provveduto a sottoporre all’attenzione del sindaco Perri un’interrogazione a risposta scritta in cui si chiedono i motivi per cui l’amministrazione richiede tale documentazione anche se non è richiesta dalle legge e se questi documenti devono essere presentati da tutti gli aspiranti o solo da coloro che appartengono a particolari categorie speciali come in realtà si evince dalla lettura del bando che a nostro parere non è molto chiaro».

Per ovviare a questi problemi il gruppo consiliare ha proposto al sindaco Perri di «sostituire il certificato redatto da tecnico abilitato con un attestato dell’ufficio tecnico dal quale risultino le caratteristiche dell’appartamento e di richiedere in luogo del certificato della conservatoria una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa ai sensi e per gli effetti di cui al dpr 445 del 28/12/2000 attestante la impossidenza di fabbricati da parte del richiedente e dei componenti del proprio nucleo familiare nell’ambito della provincia di Cosenza». «Ad avvalorare le nostre tesi - prosegue la minoranza - una recentissima sentenza del Tar Lazio la n. 8877/2008 che con riferimento alle dichiarazioni sostitutive così ha stabilito proprio in tema di alloggio pubblico: le dichiarazioni sostitutive di atto notorio hanno lo stesso valore dei certificati e pertanto la pubblica amministrazione non può ritenerle inidonee a provare quanto in esse viene dichiarato».

Conclude “Alleanza di Progresso per Aiello”: «In base alla legge, le dichiarazioni in esame hanno valore equipollente a quello dei certificati e pertanto non possono essere ignorate dalla pubblica amministrazione alla quale vengono presentate – 27 ottobre 2008».

03/03/2009
 |  Bookmark and Share
 |  Ascolta con webReader

0 commenti.

Per inserire un commento è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

0 commenti.
Il più recentein cima. Inverti ordine di visualizzazione

Avis 5x1000

Olivhere.com: the agrifood marketplace.


AielloCalabro.Net


Add to Google