AielloCalabro.Net

Le menti crotonesi nel sacco dell'Ipg

Il meccanismo della sparizione dei soldi spiegato dai pm Marafioti e tre "soci" in affari con don Alfredo Luberto

IPGCrotone regala nomi e fatti all'inchiesta della Procura di Paola sull'Istituto Papa Giovanni XXIII (foto). Uno su tutti: quello di Antonio Marafioti. La storia del faccendiere crotonese si incrocia con quella di don Alfredo Luberto quando i due decidono di concludere una transazione che e' un "pacco" per l'Ipg. Assieme a loro sono indagate - per la sparizione di soldi - altre tre persone. Si tratta di Audino Caputo, Roberta Scervo e Eliodoro Tricoli, tutti residenti a Crotone: i tre sono indagati perche' «attraverso l'afflusso delle somme incassate da Marafioti sui loro conti, ne hanno favorito la distrazione». Un meccanismo i cui particolari sono stati "secretati" da uno studio commerciale del Vaticano.

 

Fonte: Calabria Ora
26/04/2009

AIELLOCALABRO.NET
Fonte: http://www.aiellocalabro.net/expo/notiziario/archivio/archivio-del-basso-tirreno-cosentino/anno-2009/le-menti-crotonesi-nel-sacco-dell'ipg.aspx
Data: domenica 14 aprile 2024 - 13:30:53